Ecco quando preparare la tua schiscetta, se pranzi in ufficio

pranzi da portare in ufficio

Davanti al computer o al bar, i pranzi in ufficio dividono i lavoratori in due categorie: “i comodi” e “gli organizzati”.

Tu, da che parte stai?

Te lo chiedo perché ritornare alla routine in questi giorni è davvero faticoso, me ne rendo conto. Ma con un pizzico di buona volontà e organizzazione puoi trarre numerosi vantaggi, per esempio quelli che derivano dalla preparazione di una schiscetta perfetta.

pranzi da portare in ufficio
Pranzi da portare in ufficio

I vantaggi di una schiscetta perfetta

Dimentica pandori, panettoni o lasagne preparate dalla mamma: se pranzi in ufficio e vivi a Milano, in questi giorni hai bisogno di preparare una schiscetta perfetta.

A meno che tu non sia per il pranzo fuori, mangiare bene e sano soprattutto dopo queste feste è fondamentale tanto quanto difficile da organizzare.

Te lo dice una che diceva sempre di non aver tempo per cucinare e finiva nel ristorante sotto l’ufficio, convinta di risparmiare tempo, denaro e salute.

Tempo e denaro perché si trovava sotto l’ufficio e non era poi così tanto costoso -10 euro circa per un buon pranzo con acqua e caffè – salute perché era tutto senza glutine e con ingredienti scelti.

Insomma, all’idea di organizzare pranzi da portare in ufficio ho sempre preferito la comodità del piatto pronto e servito ma nel tempo ho imparato che la schiscetta perfetta si può realizzare, anche se torni a casa e l’unica cosa che desideri è vedere il genio della lampada che la prepara per te.

A me è bastato mettere nero su bianco la mia giornata tipo per capire quanto tempo avrei risparmiato anche solo con una piccola azione: preparare il pranzo la sera prima.

I vantaggi? Io ne ho individuati 3:

  • Vantaggio n. 1: il tempo. Non dovrai fare più 20 minuti di fila prima di mangiare né perdere un’ora dietro l’app di un deliveroo, tra la scelta e l’attesa del fagotto. Il vantaggio della schiscetta milanese è nell’essere libero di decidere come ottimizzare la tua pausa pranzo: godertela insieme ai tuoi colleghi per un’ora oppure in parte sfruttarla per anticiparti il lavoro da fare.
  • Vantaggio n. 2: la salute. I tuoi pranzi saranno più sani, realmente. Te lo dice una che ordinava sempre una caesar salad, sicura di mangiare un piatto leggero e completo.  
  • Vantaggio n. 3: i soldi. Se la matematica non è un’opinione, 10 euro ogni giorno per almeno 20 giorni sono 200 euro. Prova a immaginare quanti pacchi di riso potresti comprare con quello stesso budget? E magari rendere più completo il tuo pasto.

Credimi, se metterai in pratica questo mio consiglio vedrai che i tuoi pranzi in ufficio avranno un altro sapore, davvero. E il tuo portafoglio ringrazierà.

Con questo non voglio demonizzare il pasto fuori, anzi! Chi mi conosce sa quanto io ami il cibo, la comodità e la bontà di pizza, sushi e arancini siciliani rispetto al petto di pollo con contorno di verdure.

Ma è pur vero che i pranzi in ufficio sono momenti della giornata che non possiamo trascurare e il mio obiettivo è farti riflettere su come un’organizzazione più scrupolosa del tuo pranzo possa aiutarti a migliorare la qualità della tua vita.

Insomma, i vantaggi di una schiscetta perfetta ci sono come leggi, ma valgono solo se decidi di includerli nella tua lista di priorità.

Perché non è vero non hai tempo, tutti abbiamo una giornata di 24 ore.

La verità è che il più delle volte non sappiamo organizzarla al meglio oppure, semplicemente, non sappiamo riconoscerne le attività prioritarie.

Loredana

SHARE THIS

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

Potrebbero interessarti..

Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego e accetti la Privacy policy